L’Assemblea ha dato il via libera definitivo alla legge sulla povertà. Pino Galluzzo: la povertà si sconfigge con lo sviluppo

L’Assemblea Regionale Siciliana ha dato il via libera definitivo alla legge sulla povertà. Siamo parlando di una norma che stanzia 15 milioni per contenere l’impoverimento dei siciliani in difficoltà, garantendo cibo e alloggio e consentendo anche alle strutture di volontariato di poter meglio fronteggiare la maggiore sofferenza patita, a causa del Covid. La legge, oltre che prevedere la possibilità di destinare all’emergenza povertà, immobili inutilizzati e beni confiscati, prevede che siano così destinati 5 milioni per ciascuno delle seguenti voci che sono: interventi straordinari sull’emergenza alimentare, misure contro la marginalità sociale estrema e azioni contro l’isolamento e l’esclusione sociale. “Ho votato favorevole alla legge contro la povertà e l’esclusione sociale perché comunque è una cosa buona ma, sono convinto che la povertà si sconfigge attraverso lo sviluppo”.  Esordisce così l’On. Pino Galluzzo deputato all’Ars di Diventerà Bellissima, il quale aggiunge dicendo anche che, l’Ars dovrebbe assumere con forza posizioni per lo sviluppo del nostro territorio, approvando le riforme che il governo Musumeci ha proposto all’Assemblea e che giacciono nei cassetti dell’Aula e dall’altro canto formulare posizioni ferme rispetto ad un governo nazionale sordo nei confronti della Sicilia e del Sud, perché gli assi portanti del piano di resilienza sono posti in infrastrutture che ruotano tra il porto di Genova e il porto di Trieste.

Author: Irene Galati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *