Milazzo, mancata differenziazione dei rifiuti e abbandono selvaggio, controlli e multe

Sembra una lotta impari quella con gli incivili dei rifiuti, ma l’Amministrazione comunale ribadisce di non volersi assolutamente piegare e prosegue, accanto alla attività informativa, con i controlli e le sanzioni. Anche nelle ultime 24 ore diverse sanzioni, grazie anche al supporto delle prime telecamere installate, diversi i verbali elevati che costeranno cari ai trasgressori con multe da 400 euro in su. “E’ inconcepibile che anche quando non risultano esserci problemi con la discarica e la raccolta avviene con assoluta regolarità, vi siano gli “irriducibili” – afferma il sindaco Pippo Midili – ovvero coloro che a tutti i costi debbono contra-stare chi vuole offrire ai turisti e agli stessi cittadini una Milazzo pulita e decorosa. Non si può pensare ad altro quando ci si accorge di spazzatura abbandonata in qualsiasi angolo delle strade o sui marciapiedi anche nelle giornate, come quella di ieri, quando è notorio a tutti che non c’è in programma il ritiro dei rifiuti”.Gli interventi congiunti di vigili urbani e personale della Caruter hanno riguardato in particolare la via Ciantro, via Umberto I, via XX Settembre, via Risorgimento, e la litoranea di Ponente. Molte zone sono quelle dove insistono delle attività commerciali che continuano a liberarsi, già dalla giornata di sabato di cartone e plastica, in dispregio a quanto previsto nel regolamento del servizio. Men-tre anche diversi contenitori condominiali posti all’esterno dei palazzi vengono puntualmente riempiti. Anche questa è una pratica vietata. Paradossale è poi – sottolinea lo stesso sindaco – quello che accade nei cestini portarifiuti che abbiamo installato sul territorio. Al Tono infatti sono stati abbandonati persino un ombrellone e cartoni della pizza, oltre a vari sacchetti, al Capo, addirittura un bidone utilizzato per il trasporto del carburante.” Due luoghi turistici mortificati dall’inciviltà di qualcuno che evidentemente ritiene che in questa città tutto sia possibile. E invece non lo è. Gli “zozzoni” vanno bloccati per non mortificare l’immagine di una intera città”.Il sindaco ha annunciato che nelle prossime settimane, oltre ai controlli manuali, ci saranno quelli delle fototrappole, alcune delle quali fornite dalla stessa Caruter che saranno posizionate non solo nelle aree più decentrate ma anche nel centro cittadino.

Author: Irene Galati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *