Milazzo, conferenza stampa della Caruter sulla gestione del servizio rifiuti

Questa mattina i responsabili della Caruter hanno tenuto a palazzo dell’Aquila una conferenza stampa per illustrare sia il progetto, sia le novità del servizio che hanno avviato il mese scorso a seguito dell’aggiudicazione dell’appalto settennale. Alla base vi è l’obiettivo ambizioso di portare la raccolta differenziata al 65 per cento e far sviluppare nei cittadini una coscienza civica per svolgere nel migliore dei modi e senza gesti di inciviltà il servizio di igiene urbana. Il sindaco Pippo Midili ha evidenziati che è diminuito il conferimento in discarica dell’indifferenziata, a dimostrazione che la raccolta sta cominciando a funzionare anche su espressa richiesta della Regione, venendo smaltita una volta a settimana. Sul servizio di raccolta dei rifiuti ingombranti, che in queste settimane era stato criticato per la lunga lista d’attesa lamentata dai cittadini, Massimo Caruso, manager dell’azienda, ha tenuto a precisare che inizialmente la raccolta di questo grande rifiuto era previsto solo due volte a settimana, ma vista la grande richiesta e la vasta area cittadina è stato necessario ampliare il servizio a tre giorni per il conferimento delle apparecchiature elettroniche. ” In questo momento transitorio chiediamo un po’ di pazienza ai cittadini – ha affermato Caruso – fino a quando non riusciamo a mettere a pieno regime questo servizio. La cosa buona è che siamo riusciti a mettere ordine, adesso la gente chiama, ha una data di ritiro e quel ritorno costantemente viene rispettato “. In sede di interventi ulteriori contributi di chiarezza sul compostaggio, sui controlli, sulle carenze del piano Aro 2016, e sulla possibilità di fare richiesta da lunedì per compostiere condominiali, o domestiche sono giunti a seguito delle richieste dei rappresentanti della Consulta giovanile (Simone Piraino e Gianmarco Codraro) e del consigliere comunale Antonio Foti.

Author: Irene Galati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *