Per una visione di futuro l’intero affaccio a mare di Ponente della città di Milazzo dovrà essere continuativo

Venerdì 30 Aprile l’Avvocato del diavolo, il programma condotto dall’Avv. Giuseppe Sottile, dalla regia di Franco Arcoraci per l’emittente televisiva locale Telespazio, ha affrontato tre argomenti :il mai concluso percorso di pista ciclabile che idealmente avrebbe collegato Barcellona P. G. e Milazzo, il problema ambientale della discarica rinvenuta nel 2018 con una mareggiata a ponente e per ultimo, affrontato la polemica sugli impianti sportivi sorta per lo stadio Salmeri oltre che le osservazioni critiche di esponenti del mondo sportivo milazzese come Nello Principato sul Palazzetto dello Sport e Santino Smedile che ha sollecitato una pista di atletica leggera per i giovani atleti.

Ospiti in studio Lorenzo Italiano un ex sindaco di Milazzo e il sindaco in carica Pippo Modili i quali entrambi, sono giunti a conclusione che il cambio quinquennale di varie amministrazione non ha aiutato alla realizzazione di progetti, i cui iter hanno sofferto come nel caso del progetto originario della pista ciclabile: il blocco cantiere per mafia, contenziosi e il susseguirsi di norme che ne hanno anche determinato piccole deficienze amministrative e giuridiche. Ad oggi la pista ciclabile, come comunicato dal Sindaco Midili, ha una nuova progettualità di 14 mln di euro, già consegnata alla regione e in attesa di finanziamento per il rifacimento della Riviera di Ponente, e comprende quindi pista ciclabile continuativa, Tono-Tonnarella, fino golfo di Patti e un impianto di triathlon.

Da programmazione, il Sindaco Midili ha comunicato che l’intero affaccio a mare dovrà essere continuativo per ridare valore, perché alcune opere costruite sul lungo mare come il Tiro a segno, il campo sportivo Stadio Marco Salmeri ex grotta Polifemo e il Palazzetto dello sport, occupano spazio mortificando l’area. Sconcerto manifesto del conduttore per via degli scarsi effetti dell’ area discarica di cui si ha fonte di esistenza già del 1970, e che ha visto stanziati ben 400 mila euro per, agli occhi di molti, una precaria messa in sicurezza e perimetrazione lato mare nonostante di recente sia stata attenzionata a seguito della dichiarazione dello stato di calamità dal governo nazionale.

Il sindaco ha chiarito sullo Stadio Marco Salmeri, che è una struttura che a breve sarà sostituita perché, oltre le tre strutture già esistenti, sono già pervenuti i soldi e andrà in gara tra 15 gg la costruzione a Bastione di un nuovo stadio che diventerà il primo stadio cittadino. Ulteriore due belle notizie sono il finanziamento di 700 mila euro per il Fossazzo, per l’abbattimento tribuna per fare seguito al polo sportivo di Milazzo e che, inoltre, il covid ha determinato tre nuove linee di finanziamento ad interessi zero per le strutture sportive milazzesi.

Author: Irene Galati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *