Catania, operazione Follow the money II sequestro preventivo di 12 milioni di euro di investimenti illeciti

Nell’ambito di attività di indagine coordinate dalla Procura della Repubblica di Catania – Direzione Distrettuale Antimafia, i Finanzieri del Comando Provinciale della GDF di Catania, in collaborazione allo SCICO -Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata, hanno dato esecuzione in 6 regioni (Sicilia, Lombardia, Veneto, Lazio, Piemonte e Friuli Venezia Giulia) e 7 provincie (Catania, Roma, Milano, Novara, Udine, Varese e Verona), oltre che in Bulgaria, a due provvedimenti di sequestro patrimoniale in materia antimafia, relativi a quote societarie e compendi aziendali riconducibili a imprenditori legati al clan SCALISI, articolazione territoriale della famiglia mafiosa LAUDANI. All’attività d’indagine indiziaria, svolta dal Nucleo PEF, che aveva portato lo scorso 10 febbraio, al sequestro di oltre 1 milione e 900 mila euro in contanti, la consequenziale disamina della documentazione bancaria ed extracontabile acquisita, ha accertato la riconducibilità, in capo a due imprenditori catanesi, tratti in arresto per concorso esterno in associazione mafiosa ,contestazione accusatoria confermata in sede di riesame dal Tribunale di Catania, di società dagli investimenti illeciti operanti nel settore dei trasporti e della commercializzazione dei prodotti petroliferi. Il GIP ha disposto il sequestro preventivo nei confronti di 4 società e dei relativi compendi aziendali e disponibilità finanziarie (La Nuova Group S.r.l.s. e Express S.r.l.s. con sede a Catania, Immobiliare International S.r.l.s. con sede a Verona e Petrol Group S.r.l. con sede a Cologno Monzese[MI]). Convalidato il sequestro d’urgenza nei confronti di 3 ulteriori società e relativi compendi aziendali (AB Logistica S.r.l.s. e Prima Logisti entrambe con sede a Catania e SIVE International Ltd con sede a Sofia [Bulgaria]), per un valore stimato di 12 milioni di euro.

Author: Irene Galati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *