UN ‘BONUS’ PER I BRACCIANTI AGRICOLI.GLI ALTRI PARLAMENTARI SOSTERRANNO LA CATALFO?

L’ex Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo del Movimento 5 Stelle, è il primo parlamentare ad essersi attivato in favore del riconoscimento di un ‘bonus’ rivolto ai lavoratori agricoli” e cioè braccianti agricoli dipendenti stagionali che hanno involontariamente perduto il lavoro, presentando un emendamento all’articolo 10 del decreto ‘sostegni’. A renderlo noto sono il Segretario Generale del sindacato nazionale SIFUS CONFALI, Maurizio Grosso, e il Segretario Nazionale “Braccianti Agricoli” SIFUS CONFALI, Lino Masi, i quali continuano a chiedersi perché “dall’impegno di risorse economiche, previste dal Governo nel Decreto legge ‘Sostegni’, vengono inspiegabilmente esclusi solo i lavoratori agricoli”. Grosso sostiene che “l’emendamento della senatrice Catalfo consentirebbe a questa categoria, che in Italia rappresenta circa 900 mila addetti, di poter percepire 2.400 euro ‘una tantum’, a prescindere dal reddito, alla stessa stregua degli altri lavoratori stagionali”. Essendo chiara la posizione di svantaggio rispetto ad altre categorie di stagionali non agricoli “pertanto – affermano i due Segretari- chiediamo delle spiegazioni e non solo noi del SIFUS CONFALI, ma soprattutto tutti quei lavoratori che in Italia prestano la loro opera nel settore dell’agricoltura, come i braccianti agricoli, che… non ci stancheremo mai di dirlo…non vanno né ignorati e né dimenticati dal Governo.”

Author: Irene Galati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *