MONGIUFFI MELIA, RILEVATI SCARICHI ILLEGALI NEL FIUME POSTOLEONE, SEQUESTRATO L’IMPIANTO DI DEPURAZIONE DEL COMUNE

A seguito di una operazione anti-inquinamento, eseguita dalle Fiamme Gialle della Compagnia di Taormina che si inserisce in un più ampio monitoraggio del territorio e delle località di straordinaria bellezza e uniche nel loro genere, i Finanzieri del Comando Provinciale di Messina hanno rilevato lo sversamento di acque reflue fognarie nel fiume Postoleone, che scorre sui monti peloritani ed attraversa il bellissimo omonimo canyon, luogo conosciuto tra gli appassionati di escursioni, in territorio di Mongiuffi Melia (ME). A seguito di mirati sopralluoghi si è rilevata la contaminazione ambientale, riconducibile al malfunzionamento e cattivo stato di manutenzione e gestione dell’ impianto di depurazione del sistema fognario comunale, oggi repressa e l’impianto sottoposto a sequestro preventivo, convalidato dalla competente Procura della Repubblica di Messina, a cui è stata segnalata la posizione di tre responsabili, per le ipotesi di reato di inquinamento ambientale, getto pericoloso di cose ed omissione di atti d’ufficio. L’odierna operazione fa seguito a quella conclusa qualche settimana fa, congiuntamente al personale del Commissariato della Polizia di Stato di Taormina, col sequestro del depuratore del Comune di Giardini Naxos .

Author: Irene Galati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *