COMISO, piantagione con 176 piante di marijuana nascoste in una serra: i Carabinieri arrestano 2 persone

Alle prime luci dell’alba del 5 marzo 2021, i Carabinieri della Compagnia di Vittoria, congiuntamente al personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Sicilia”, hanno tratto in arresto in flagranza di reato, per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e furto aggravato di energia elettrica, TURTULA La Rosa Mirella cl.1973, pregiudicata, e il convivente B.H.J.cl.2002, tunisino, entrambi disoccupati e residenti in quella Contrada Cifali. Lo stupefacente rinvenuto, a seguito di perquisizione dai militari della Stazione Carabinieri di Comiso durante un servizio di rastrellamento svolto nella periferia del centro cittadino, era prodotto all’interno di una serra in un terreno recintato ubicato al confine tra il comune di Chiaramonte Gulfi e Comiso, mediante un impianto alimentato abusivamente alla rete elettrica pubblica. La piantagione composta da 176 piante di canapa é stata sequestrata unitamente a 2 kg e mezzo di “marijuana” già essiccata anch’essa rinvenuta nella perquisizione, oltre che l’impianto e il materiale utilizzato per la coltivazione dello stupefacente. La sostanza sequestrata sarà sottoposta ad analisi tossicologica. Gli arrestati sono stati ristretti ai domiciliari, fino all’udienza di convalida, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Ragusa.

Author: Irene Galati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *