RIBERA, sequestro preventivo di uno stabilimento industriale per la lavorazione della sansa

Nei giorni scorsi i militari della Compagnia della GdF di Sciacca (AG) hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dall’Ufficio del GIP presso il Tribunale di Sciacca, per gravi violazioni penalmente rilevanti in vigente normativa in materia ambientale, di un vasto complesso industriale, di oltre 19.000 mq, sito nel territorio del comune di Ribera (AG), ove si procedeva all’estrazione dell’olio dalle sanse e alla raffinazione di olii ad uso alimentare. Le indagini avviate nel mese di dicembre 2020 e i successivi accertamenti effettuati all’interno del sito industriale dall’A.R.P.A., Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente, confermavano l’inefficace contenimento delle emissioni diffuse dei gas in atmosfera, cui si aggiungevano il mancato smaltimento delle ceneri derivanti dalla combustione e lo scarico delle acque reflue industriali in un affluente del fiume Magazzolo, senza il preventivo trattamento di depurazione chimico-fisico e biologico e senza che gli impianti fossero adeguati alle stringenti modifiche normative vigenti in materia ambientale e sicurezza sui luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. n. 81/2008, che vanno dalla mancanza di dispositivi di protezione contro le cadute dall’alto, fino all’inadeguatezza dei dispositivi di protezione individuale forniti ai lavoratori, risultati inidonei a salvaguardarli dalle polveri presenti nei luoghi di lavoro.

Author: Irene Galati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *