Sulla rivista americana “Live in Italy” le origini italoamericane della First Lady accendono un faro su Gesso

La rivista americana “Live in Italy”https://liveinitalymag.com/2021/01/19/a-message-from-the-city-of-messina/, ha dedicato un articolo al Comune di Messina, sul relativo legame della nuova First Lady Jill Jacobs con il centro collinare di Gesso e indirettamente anche al Museo Cultura e Musica dei Peloritani di Gesso. L’Assessore Caruso, dopo l’elezione del nuovo Presidente degli Stati Uniti Joe Biden, aveva commentato la notizia del legame della First Lady con Messina auspicando che: “questo legame possa divenire volano di promozione turistica par la città di Messina, al fine di ricongiungere la storia riannodando i fili di un percorso che ha portato tanti nostri conterranei a partire da Messina e a raggiungere il continente americano ai primi del ‘900. Il filo che unisce Gesso, con gli Stati Uniti è frutto dello studio di Antonio Federico, supportato da Tonino Macrì presidente dell’Associazione Rinascita Gesso, che ha riprodotto l’albero genealogico di tutti gli abitanti che hanno lasciato il minuscolo villaggio per raggiungere in nave Ellis Island, a New York. Il Sindaco di Messina on. dott. Cateno De Luca in sinergia con l’Assessore Caruso ha manifestato l’intendimento di avviare un progetto di gemellaggio tra il Comune di Messina insieme agli organismi di Gesso che si occupano di promozione del territorio e organizzazione di eventi, con la società di storia locale di Hammanton. In merito alle iniziative promosse in vista dell’insediamento del Presidente Biden il prossimo 20 gennaio, purtroppo in ottemperanza alle misure restrittive emanate per l’emergenza epidemiologica mondiale da Covid-19, non è stato possibile organizzare iniziative con il coinvolgimento della cittadinanza al fine di evitare forme di assembramento, ma comunque va ricordata la recente pubblicazione, edita da Pungitopo e tradotta per la prima volta in italiano, di uno studio di Emily Foggs Meade sulla singolare storia di emigrazione degli ibbisoti ad Hammonton, nel New Jersey, fra Ottocento e Novecento, con tre contributi di studio a firma di Marcello Saija, Federica Cordaro e del curatore Sarica.L’editore Lisa Morales ha augurato “in questi tempi difficili una pronta ripresa del turismo per la splendida Città dello Stretto”

Author: Irene Galati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *