MESSINA, le imprese sono in attesa di risposte per far fronte alla crisi finanziaria

Le imprese messinesi sono ancora in attesa di risposte per far fronte alla gravissima crisi finanziaria. Da oltre un anno al Comune si parla di fondi promessi dal Governo Siciliano 5 milioni di euro che spettano alle imprese di Messina (4.633.808,40 euro) per misure di sostegno straordinario a fondo perduto destinate al loro capitale circolante. In una nota il Vicesindaco e Assessore alla Programmazione fondi extrabilancio Carlotta Previti ha chiesto formalmente all’Assessore Regionale alle Attività produttive, Mimmo Turano di pubblicare l’avviso per le imprese entro la fine dell’attuale dichiarato alto rischio di contagio (31 gennaio) perché ogni ulteriore ritardo contribuirà ad aggravare la situazione socio-economica in maniera irreversibile e rappresenterà un’azione contro il nostro sistema imprenditoriale di cui non intendiamo assolutamente diventare complici”.
Per il vicesindaco – E’ quindi paradossale che a distanza di otto mesi la Città di Messina non abbia ancora nessuna notizia né abbia ricevuto alcuna comunicazione in merito a quando le imprese riceveranno il contributo una tantum per emergenza Covid 19. Intanto siamo all’apice della seconda chiusura e ancora non ci è dato di sapere quando saranno erogate le somme di cui la città di Messina insieme alle altre Autorità Urbane Siciliane è destinataria. Non siamo infatti l’unica città purtroppo ci sono ben 5 Autorità Urbane in Sicilia titolari di fondi territorializzati per le imprese per un ammontare di 48.410.028,74 euro che sono in attesa di vedere pubblicato un avviso per garantire un aiuto reale alle imprese dei rispettivi territori ormai sull’orlo di un fallimento”. Tra le risposte per far fronte alla crisi finanziaria è incoraggiante evidenziare che in soli tre mesi l’Amministrazione ha riprogrammato fondi comunitari per 15milioni di euro una misura di sostegno straordinario su fondi comunitari (PMI Card) sul Programma Operativo 2014-2020 e che il 16 dicembre 2020 all’Avviso hanno aderito oltre duemila imprese ed entro il mese di gennaio 2021 verranno erogare i relativi benefici.

Author: Irene Galati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *