Al via il nuovo anno scolastico: ecco quali istituti oggi riapriranno a Messina

In alcuni istituti, ma non in tutti, la campanella è suonata per gli studenti messinesi e questo perché a Messina sussistono problemi a livello strutturale, logistico ed organizzativo che non hanno permesso una riapertura omogenea delle varie scuole: gran parte delle scuole elementari e medie apriranno il 24 settembre, a differenza di quasi tutti gli istituti superiori che invece riaprono le porte proprio questa mattina.

Alla carenza di aule, infatti, si è aggiunta la problematica dei banchi monoposto, che tardano ad arrivar. Per non parlare del Referendum costituzionale del 20 e del 21 settembre, per il quale saranno necessari gli ambienti messi a disposizione dagli istituti scolastici superiori, per l’organizzazione dei seggi elettorali. Insomma, un inizio scuola post-Covid all’insegna dei dubbi, delle incertezze e della polemica.

Ecco le scuole che da oggi sono attive e chi tarderà ad aprire:

Il Liceo Scientifico Archimede inizia oggi con le prime classi. Gli alunni delle sezioni A, B, D, E, F saranno in classe dalle 8.20 alle 12.20, mentre quelli delle sezioni C, H, I AL, BL dalle 8.30 alle 12.30. Martedì toccherà alle seconde, mercoledì alle terze e così via per la settimana.

Il liceo La Farina-Basile inizia oggi: la campana suona per tutte le quarte ginnasio dalle 7.55 alle 12, mentre martedì tocca alle quinte ginnasio, sempre con lo stesso orario. Da mercoledì in classe ci sarà il triennio delle sezioni A e D, giovedì le sezioni B e C e infine venerdì la sezione E. Il plesso del Liceo Basile di Conca d’Oro invece si è organizzato con un ingresso graduale: lunedì 14 solo prime classi, martedì prime e seconde classi. Mercoledì prime e seconde dalle 7.55 alle 12, mentre le terze dalle 9 alle 14. Giovedì si aggiungono anche le quarte classi nella fascia oraria dalle 9 alle 13 e venerdì tocca anche alle quinte sempre dalle 9 alle 13.

Si ricomincia anche al Liceo Classico Maurolico oggi con le prime classi, mentre da mercoledì tutti a scuola con orario ridotto e due fasce separate: c’è chi farà lezione dalle 8 alle 11 e chi dalle 11.30 alle 14.30. Il Liceo Ainis riparte oggi e ha optato per gli ingressi scaglionati per giorni della settimana. Lunedì solo le prime classi dalle 9 alle 11, martedì solo le seconde con turni doppi dalle 8 alle 10.30 e dalle 11 alle 13.30, mercoledì solo le terze e così via.

L’Istituto tecnico Jaci questa mattina accoglie i ragazzi delle prime dalle 8 alle 11. Martedì solo le seconde e le terze. Mercoledì solo le quarte e le quinte. Poi da giovedì lezioni per tutti, con un orario ridotto sempre dalle 8 alle 11 che continuerà anche nella settimana successiva. Allo Jaci riprende anche il corso serale che sarà sempre scaglionato per la prima settimana con orario dalle 18 alle 21.

Dovrà affrontare qualche sacrificio in più l’Istituto Minutoli-Quasimodo-Cuppari che intanto parte oggi con le prime classi tutte di mattina, mentre da martedì organizzerà turni pomeridiani e lezioni miste, sia in presenza che con la didattica a distanza. Una scelta obbligata almeno fino alla fine di ottobre, in attesa del completamento dei lavori edilizi richiesti alla Città Metropolitana e dell’arrivo dei banchi monoposto richiesti alla Protezione Civile, in funzione delle disponibilità di aule e spazi.

L’Istituto turistico alberghiero Antonello ha diviso i giorni e ha scelto un orario ridotto per tutta la settimana, dalle 8.30 alle 10.30. Oggi tocca alle prime, martedì alle terze, mercoledì alle quinte, giovedì alle seconde e venerdì alle quarte.

Il Liceo scientifico Seguenza riaprirà le sue porte il prossimo 18 settembre. La scuola ha acquistato nuovi arredi e nuovi strumenti per la didattica, prodotti per l’igiene e per le pulizie, pianificato la dislocazione delle aule e la disposizione dei banchi. Sono in via di completamento i lavori di adeguamento di altri spazi reperiti all’interno della scuola, da trasformare in aule. Ma non tutti gli alunni potranno fisicamente tornare in classe. Il Liceo Seguenza ha dovuto optare per una formula di Didattica Digitale Integrata (DDI) mista, con gli studenti che frequenteranno, parte in presenza ed il resto con didattica a distanza, turnando ogni settimana. Gli edifici della scuola (la sede centrale e quella staccata di Cristo Re) saranno suddivisi in settori e saranno regolati sia il transito da un settore all’altro, sia le operazioni giornaliere di ingresso e uscita.

Anche il Liceo Bisazza ha deciso di posticipare l’avvio. Nell’istituto che si trova all’Annunziata si rientra a scuola il 21 settembre. Anche qui orario ridotto, iniziano le prime classi dalle 8 alle 11 e poi una classe per giorno.

Gli ultimi a partire saranno l’Istituto Nautico Caio Duilio e l’Istituto tecnico Verona Trento, anche loro alle prese con la carenza di aule. La campanella suonerà il 24 settembre.

Fonte: tempostretto

Share:

Author: Redazione Messina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *