Coronavirus, continua lo sbarco dei migranti in Sicilia. Siracusano (FI): “La Sicilia non è il porto d’Europa. Adesso basta, bisogna agire”

La deputata di Forza Italia, Matilde Siracusano, non ci sta ed invita il Premier Giuseppe Conte ed il Ministro degli Interni Luciana Lamorgese a monitorare ed agire sullo sbarco incontrollato dei migranti in Sicilia. Così facendo si mette a serio rischio l’incolumità e la salute pubblica di un’isola che paga ancora lo scotto delle conseguenze del Covid-19, con la costante paura di tornare a nuove restrizioni dopo l’aumento significativo dei contagi nelle ultime settimane.

“La Sicilia si è difesa – grazie al grande lavoro degli amministratori locali e al senso di responsabilità dei cittadini – dall’emergenza Coronavirus nei mesi più caldi della pandemia. I siciliani hanno rispettato in modo maniacale le disposizioni di sicurezza, il distanziamento sociale, le regole che sono via via arrivate nei momenti più acuti del contagio. Anche coloro che sono rientrati dalle Regioni Settentrionali hanno rispettato la quarantena e così l‘isola ha salvaguardato la salute dei suoi cittadini e, in parte, del suo tessuto economico. Adesso, a causa dell’immigrazione incontrollata delle ultime settimane – con il governo complice e silente -, il prezioso lavoro fatto in questi mesi rischia di essere gettato alle ortiche. Ieri si sono registrati 89 nuovi casi di Coronavirus, su 2.860 tamponi: 71 di loro sono migranti, 64 solo a Pozzallo. Questa è una vera e propria emergenza che il premier Conte e il ministro Lamorgese non possono più permettersi di sottovalutare: occorre agire. La Sicilia non è il porto d’Europa e i cittadini siciliani sono stanchi di pagare sulla propria pelle il prezzo dell’inadeguatezza di chi, tra Roma e Bruxelles, non è in grado di prendere decisioni coraggiose per bloccare e gestire in modo adeguato i flussi migratori. Adesso basta, ci sia uno scatto di dignità”.

Intanto la Sicilia è la regione con l’incremento maggiore dei nuovi positivi, con 89 nuovi casi in 24 ore: cifra sulla quale pesano però i migranti contagiati che si trovano nel Ragusano, ovvero 64 (e’ di 71 il totale degli extracomunitari risultati positivi se si guarda a tutta la regione). Secondo i dati del ministero della Salute adesso nell’Isola il totale dei positivi è di 538 persone. I ricoverati con sintomi sono 44 (un paziente in meno rispetto a ieri) e in Terapia intensiva ci sono sei persone per un totale di 50 ospedalizzzati. Sale da 399 a 488 il numero delle persone in isolamento domiciliare. C’è un guarito in più, che porta il numero a 2.752 e i decessi sono fermi a 284.

fonte: messinaindiretta

Share:

Author: Redazione Messina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *