Scomparsa di Viviana Parisi ed il figlio Gioele, parla la cognata: “È a Giardini Naxos e vaga in stato confusionale, non stava bene”

Non era Gioele il bambino avvistato alla guardia medica di Giardini Naxos: nonostante il responso negativo dopo la supervisione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza, accuratamente esaminate in presenza del marito Daniele Mondello e degli uomini della Squadra Mobile, tuttavia sembrerebbe che madre e figlio siano stati comunque avvistati nei pressi di una villetta del comune jonico. La testimonianza proviene da una ragazza che giurerebbe di aver visto la donna, in compagnia del figlio, il quale indosserebbe dei sandali blu, scarpe che, secondo la famiglia, sarebbero realmente possedute dal piccolo.

“Mia cognata è in stato confusionale e vaga, non è stata rapita, non aveva problemi con mio fratello o con qualcuno della famiglia. Secondo noi lei è solo spaventata. Non è stata molto bene nel periodo dei lockdown, lo so perchè è stata anche a casa mia ed ho visto che era molto spaventata e depressa”. Lo dice Mariella Mondello, cognata di Viviana Parisi. “Era terrorizzata per il Covid soprattutto per Gioele – spiega – Ha cominciato a pregare, leggeva la bibbia. Ha avuto una sorta di esaurimento come possono testimoniare parenti e vicini ed è stata anche portata una volta all’ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto. Era molto instabile, passava da uno stato di euforia alla depressione e temiamo possa avere avuto uno shock dopo l’incidente. Siamo fiduciosi di riabbracciarla – conclude – e voglio dire a mia cognata di tornare, noi l’aspettiamo a braccia aperte e le vogliamo tutti bene, spero sia qui con noi presto, non può vagare a lungo senza soldi”.

fonte: messinaindiretta

Share:

Author: Redazione Messina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *