Strage di Via D’Amelio: deposta una corona di fiori dinanzi “all’albero Borsellino”

A vent’otto anni dall’uccisione per mano della mafia del magistrato Paolo Borsellino e della sua scorta, si è svolta questa mattina la commemorazione della strage di Via D’Amelio, organizzata dal Comitato XIX Luglio, durante la quale è stata deposta una corona di fiori dinanzi “all’albero Borsellino”, piantato il 19 luglio 2007 a cura dell’Associazione “Atreju”, sotto il quale è stato realizzato un piccolo monumento con incisa la celebre frase del giudice sul rapporto tra la gioventù e la mafia: “Se la gioventù le negherà il consenso anche l’onnipotente misteriosa mafia svanirà come un incubo”.

All’incontro erano presenti, tra gli altri, il Rettore, prof. Salvatore Cuzzocrea, il Prorettore vicario, prof. Giovanni Moschella, il dott. Vincenzo Barbaro, Procuratore Generale di Messina e il dott. Michele Galluccio, Presidente della Corte d’Appello di Messina.

Fonte: messinaindiretta

Share:

Author: Redazione Messina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *