Messina, è giallo sul cadavere di un 50enne trovato con un sacchetto di plastica in testa e mani legate

Il corpo esanime dell’uomo è stato ritrovato all’interno della propria abitazione di contrada Papardo a Messina, dai Carabinieri della stazione di Faro Superiore, intervenuti dopo essere stati allertati da un conoscente della vittima.

Ed è un mistero sulle condizioni del corpo della vittima, ritrovata con un sacchetto di plastica in testa e le mani legate. Sul posto i sanitari del 118, che hanno soltanto potuto constatare il decesso che risalirebbe a circa 12 ore prima del ritrovamento. L’ipotesi più accreditata al momento è quella del suicidio, anche se sono in corso indagini da parte dei Carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia Messina Centro e della Stazione di Faro Superiore.

Fonte: messinaindiretta

Share:

Author: Redazione Messina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *