L’università di Messina si illumina con il volto di Paolo Borsellino, ucciso dalla mafia ventotto anni fa

In occasione del 28° anniversario della strage di Via D’Amelio, la facciata della sede Centrale dell’Unime, si è illuminata con un’immagine commemorativa di Paolo Borsellino e di tante altre vittime di mafia, nel rispetto verso questi uomini coraggiosi che hanno sacrificato se stessi per il bene della società.

”Il nostro Ateneo con questi gesti simbolici – sottolinea il rettore, prof. Salvatore Cuzzocrea- vuole ribadire i valori legati alla celebrazione degli anniversari delle vittime della mafia ed è anche un modo per dire grazie a tutte le persone che sono in prima linea nella durissima battaglia contro la criminalità organizzata”.

Come ogni anno, il “Comitato XIX luglio” organizzerà la cerimonia prevista per lunedì 20 alle 10, durante la quale verrà deposta una corona di fiori dinanzi all’albero d’ulivo piantato nel giardino del rettorato; all’incontro parteciperanno le principali istituzioni universitarie e cittadine. Al “Comitato XIX Luglio” aderiscono: Ass. Universitaria “Atreju – La Compagnia degli Studenti”; Movimento “Vento dello Stretto”; Associazione Forense “Avv. Nino D’Uva”; Associazione Ambientalista “Fare Verde ONLUS”; Movimento “Vento del Tirreno”; “Rotaract Club Stretto di Messina”; A.S.D. Circolo Canottieri “Peloro”; Comitato “Rinascita San Michele”; Network “ZDA – Zona d’Arte Zona Falcata”; Associazione “Il Lanternino”.

Fonte: messinaindiretta

Share:

Author: Redazione Messina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *