Anci Sicilia: “Chiediamo che nella nostra Regione si applichino le più restrittive disposizioni vigenti”

“Siamo assolutamente contrari che si applichi anche  in Sicilia  la circolare del Viminale, del 31 marzo u. s., riguardante la possibilità che un genitore possa accompagnare   i propri figli anche per una  passeggiata di pochi minuti. Malgrado il provvedimento chiarisca che nulla è cambiato   sui divieti di assembramento e sugli spostamenti  riteniamo sia indispensabile  mantenere il divieto assoluto per spostamenti che non siano per motivi  di salute, per lavoro o per estrema necessità e sia di vitale importanza arginare prima possibile un nemico insidioso come il covid-19”. Ha dichiarato Leoluca Orlando, presidente di ANCI Sicilia.  

“Siamo consapevoli – continua Orlando – che ci viene chiesto un ulteriore sacrificio, almeno fino al 13 aprile, come ha confermato stamattina il ministro della salute, Roberto Speranza, ma è assolutamente necessario che si applichino  le più restrittive disposizioni vigenti nella nostra Regione che mirano ad evitare l’aggravarsi della attuale emergenza che potrebbe degenerare con conseguenze incalcolabili come purtroppo si è verificato  in altre aree del Paese e in alcune zone della nostra Regione”.

Share:

Author: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *