Messina, corso regionale su “La mia città è circolare”

Oggi nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, corso di formazione “La mia città è circolare” organizzato dal dipartimento regionale dell’Acqua e dei Rifiuti insieme a Legambiente Sicilia, nell’ambito dell’iniziativa della SERR – Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti – e del progetto “Sicilia Munnizza Free”. Il seminario ha gli obiettivi di diffondere conoscenze e informazioni in tema di prevenzione, riduzione, riutilizzo e riciclo, di economia circolare in generale; di aumentare la consapevolezza sulla possibilità di ridurre i rifiuti attraverso il loro riutilizzo o con l’acquisto di prodotti “verdi”; riconoscere la logica della condivisione; passare dall’idea all’azione, individuando ed assumendo comportamenti e stili di vita alternativi (sostenibili). Per alcuni decenni tutto il mondo occidentale ha costruito i suoi modelli di consumo sulla scia del “take, make, consume and dispose” (prendi, produci, consuma e cestina). Oggi questo approccio è diventato insostenibile, non ci sono risorse sufficienti per soddisfare i bisogni della popolazione mondiale e non possiamo più liberarci dai rifiuti che produciamo. L’oggetto della formazione è quello di motivare la necessità impellente di osservare il problema da un altro punto di vista e “pensare oggi il domani sostenibile” in cui il rifiuto rappresenti una risorsa. L’importanza dell’interazione dei vari attori formali e non, con il mondo della scuola, è una sfida determinante per un’inversione di rotta e per il raggiungimento di un’alta qualità di vita. Il programma di oggi prevede, dalle 9 alle 13, dopo i saluti dell’assessore ai Rifiuti e Ambiente Dafne Musolino, attività inserite nel progetto “Ri…pensiamoci”; l’introduzione alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, con l’intervento di Salvatore Cocina, dirigente generale del dipartimento regionale dell’Acqua e dei Rifiuti, sull’informazione relativa alla Situazione dei Rifiuti in Sicilia; le “4 R”; e “Dai rifiuti, al consumo consapevole, agli stili di vita”. Dalle 14 alle 17, attività su “L’Astronave; relazioni su “La prospettiva etico/educativa dell’economia circolare”; “Economia circolare in azione: esperienze a confronto”; “A scuola di economia circolare: strumenti didattico – metodologici” per la formazione di cittadini capaci di affrontare i cambiamenti, a cura di Gabriella Barchitta, con la condivisione in plenaria di quanto emerso durante i laboratori. Il seminario è tenuto dai formatori di Legambiente, il docente Daniele Ialacqua e Cinzia Oliva presidente del Circolo Legambiente di Messina. “Il Comune di Messina – ha evidenziato l’assessore Musolino – partecipa alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti promossa dal dipartimento regionale dell’Acqua e dei Rifiuti sull’economia circolare per la riduzione dei rifiuti e sulle iniziative in programma dal 16 al 24 novembre, credendo fortemente che la campagna educativa e di formazione costituisca il primo gradino della lunga scala che porta alla realizzazione di un’economia circolare per i rifiuti zero nel quadro dell’educazione al cambiamento e al riutilizzo dei beni primari e quindi alla riduzione dei rifiuti. Si tratta di un tassello fondamentale perché la raccolta differenziata non significa suddividere la stessa quantità di rifiuti in quattro o cinque contenitori diversi ma è finalizzata allo sviluppo di una mentalità che porti alla riduzione dei rifiuti prodotti e al loro riutilizzo poiché il rifiuto deve consistere in quella parte di materia che non può essere più sfruttata in alcun modo. Per raggiungere l’economia circolare, quindi economia zero, bisogna imprimere una svolta sulla nostra cultura e sulla nostra mentalità. Da questo punto di vista il Comune di Messina, sensibile alle tematiche ambientali, nei prossimi giorni formalizzerà la sua adesione a tutte le iniziative promosse dalla SERR”.

Share:

Author: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *