Raid e truppe di terra in Siria: “Bombe su Ras al-Ain”

Caccia turchi stanno bombardando la città di Ras al-Ain, nella provincia di al-Hasakah, nella Siria nordorientale al confine con la Turchia. Lo riporta l’emittente siriana al-Ikhbariya. Il corrispondente di Sputnik spiega che le forze armate turche si stanno preparando a entrare nel centro di Ras al-Ain. Al momento non si registrano scontri sul campo con le forze curde. Intanto le truppe di terra stanno continuando ad avanzare nel nord Paese. A dichiararlo il ministero della Difesa di Ankara su Twitter, affermando che ”i nostri eroici commando che stanno partecipando all’Operazione fonte di pace continuano ad avanzare a est del fiume Eufrate nel nord della Siria”. L’esercito turco e le fazioni dell’opposizione dell’esercito siriano hanno conquistato ”diversi villaggi a est di Tal Abyad”, nella Siria nordorientale al confine con la Turchia. Lo hanno reso noto su Twitter fonti militari di Ankara, spiegando che le forze turche ”sono entrate nei villaggi di al-Yabseh, Bir Ashiq, Hawi e Kassas”.
Ieri sera un comandante delle Forze democratiche siriane (Fds) aveva riferito su Twitter che l’alleanza curda era riuscita a fermare un tentativo delle truppe turche e dei suoi alleati siriani di entrare nella città di Ain Issa. Se la Turchia rivendica un avanzamento nel nordovest della Siria, fonti curde spiegano che le Fds hanno ”fermato l’avanzata delle forze e inflitto perdite nei loro ranghi’‘. Il tentativo di incursione turco segue il raid aereo sulla periferia di Ain Issa, che dista solo 35 chilometri dalla città di Tal Abyad nella provincia settentrionale di al-Raqqa in Siria. I curdi hanno liberato Tal Abyad dalla presenza dei miliziani del sedicente Stato Islamico (Isis) nel giugno del 2015.

Share:

Author: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *