Reggio Calabria: fondi pubblici alle cosche

Finivano nelle tasche del ‘ndrangheta i fondi pubblici destinati alla manutenzione dei servizi cittadini di Reggio Calabria. Grazie ad accordi con politici e imprenditori collusi il patrimonio delle società Multiservizi – partecipata dal Comune – e Gestione servizi territoriale sarebbe stato dissipato causando il fallimento e privando i creditori di quanto dovuto.

L’inchiesta coordinata dalla Dda e condotta dai finanzieri del Comando provinciale di Reggio ha portato all’arresto di 8 imprenditori che ricoprivano incarichi nelle società Multiservizi e Gst, fallite nel 2014 e nel 2015. Sono stati sequestrati beni per oltre 5 milioni di euro. L’accusa è di bancarotta fraudolenta.

Share:

Author: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *