Russiagate: nel cellulare dell’ex portavoce di Salvini le foto dell’accordo

La Procura di Milano ha trovato una foto del pezzo di carta con i dettagli dell’accordo raggiunto tra i partecipanti all’incontro avvenuto, all’hotel Metropol di Mosca, il 18 ottobre del 2018. Sono stati analizzati i telefonini dell’ex portavoce di Salvini, Gianluca Savoini e degli italiani, Gianluca Meranda e Francesco Vannucci, indagati per corruzione internazionale nel Russiagate.

E’ stato trovato lo schema della spartizione dell’affare con i russi, lo riportano Repubblica e Il Fatto Quotidiano. La foto di un foglio di carta con i termini, scritti a mano, dell’accordo raggiunto in cui si è discusso della compravendita di una partita di gasolio, con uno sconto sul prezzo della fornitura, finalizzato a portare 65 milioni di dollari nelle casse della Lega.

Un foglio sul quale sono appuntate le percentuali da dividere tra la Lega (4%) e gli intermediari russi (6%) nella compravendita di una partita di gasolio del valore di un miliardo e mezzo. La foto, che sarebbe stata scatta da Meranda, è stata poi spedita a Savoini e Vannucci. Per il procuratore aggiunto Fabio De Pasquale e i pm Sergio Spadaro e Gaetano Ruta, scrive Repubblica, è questa la prova che quella mattina al Metropol l’accordo è stato perfezionato.

Share:

Author: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *