Palermo, Premio nazionale Liolà al medico messinese Francesco Rigano

Nella splendida cornice del suggestivo complesso monumentale, presso la chiesa sconsacrata di “Santa Maria dello Spasimo” di Palermo, si è svolta la solenne cerimonia di assegnazione del Premio Nazionale LIOLA’ 2019 – XX Edizione. Il Premio Nazionale, in omaggio al Nobel  per la Letteratura  Luigi Pirandello è un prestigioso riconoscimento alle eccellenze siciliane nel mondo. La splendida serata arricchita dalla presenza di circa 200 accademici ha ricevuto un grosso successo di pubblico. Nell’ambito della manifestazione di alto profilo culturale è stato insignito del premio Liolà 2019 per le scienze mediche un messinese, il dott. Francesco Rigano (a destra nella foto) che esercita da 30 anni la professione primaria di Medico di Medicina Generale e Chirurgo Plastico. Egli è anche perfezionato in Medicina Legale ed Emergenza Sanitaria per molti anni dirigente della CRI e della Protezione civile. Un uomo dalla cultura e dalla personalità  poliedrica riconosciuto unanimemente oltre che come valido professionista anche fine e prolifico poeta e scrittore. Vincitore di importanti premi letterari regionali, nazionali e internazionali. E’ anche Presidente Naz. dell’UMP medici (Unione Mondiale Poeti Medici), Accademico onorario di Art of Immage di Roma, Accademico di Sicilia, socio fondatore e comp. del Senato Accademico dell’Accademia Siciliana dei Poeti Federico II. Egli ha riversato la sua sensibilità artistica con successo nei settori Letterario, teatrale, cinematografico e fotografico. E’ stata brillantemente presentata dall’attore  palermitano Totò Borgese  sotto la direzione artistica di  Tony Marotta, presidente dell’Accademia di Sicilia (Segreteria organizzativa Marco Lombardo, fotografia  Morena Giuffrida Marotta, consulente esterno Filippo Alioto). Il premio rientra tra gli eventi culturali costantemente organizzati dall’Accademia di Sicilia  in collaborazione con il  Comune e l’Assessorato alla Cultura di Palermo. Quest’anno l’evento ha avuto i massimi onori sia per la prestigiosa location quanto per l’alto spessore culturale e artistico delle personalità intervenute. Il prestigioso Premio Nazionale è stato istituito con lo scopo di offrire un meritato riconoscimento alle personalità del mondo Accademico, artistico, culturale e dell’imprenditoria che si sono particolarmente distinte nei molteplici settori dello scibile umano, facendo brillare d’eccellenza la nostra  terra di Sicilia nel mondo. La scelta della location di quest’anno ricade su un importante e celebrato monumento storico del capoluogo siciliano (capitale della cultura 2018) comunemente chiamato “Lo Spasimo”, sito nell’antico quartiere arabo della “Kalsa” che rappresenta la somma di innumerevoli sovrapposizioni architetturali e crocevia di culture. La chiesa fù costruita nel 1509 dai Monaci Benedettini di Monte Oliveto, che in sei anni la completarono intitolandola : “Chiesa dello Spasimo” e consacrandola alla Madonna Addolorata. L’Accademia di Sicilia, succedanea dell’Associazione socio-culturale Primosole fondata nel 1985 ed oggi casa editrice Primosole, nasce a Palermo l’11 Febbraio 1997 da un gruppo di studiosi che, aderendo all’invito di Tony Marotta, decisero di costituire un sodalizio che avrebbe dovuto avere scopi prettamente culturali, artistici, sociali e scientifici promotori della sicilianità nel mondo. L’Accademia di Sicilia ebbe subito il consenso dei più prestigiosi nomi delle Lettere e delle Arti della Sicilia e non solo, i quali diedero la loro disponibilità a collaborare con Marotta per la realizzazione di straordinari eventi quali: convegni, seminari e conferenze di carattere letterario, scientifico e sociale, nonché l’organizzazione di importanti manifestazioni. L’Accademia di Sicilia da allora svolge un’intensa attività culturale e artistica che la vede impegnata in diversi e prestigiosi eventi di respiro internazionale. Tra questi vanno certamente ricordati: Il  Premio Internazionale di Sicilianità Pigna d’Argento fondato nel 1986; il Premio Internazionale Universo Donna fondato nel 1998; il Premio Nazionale LIOLÀ  in omaggio a Luigi Pirandello fondato nel 1999; il Concorso Lirico Internazionale Città di Palermo  fondato nel  1999; il  Premio Oscar del Mediterraneo fondato nel  2003; il  Premio Satiro Bronzeo  fondato nel  2003; il  Premio Alessandro Scarlatti  fondato nel  2016; il  Concorso Internazionale di  Poesia  Morgantina  fondato  nel  2019. Francesco Rigano, quadro dirigente sindacale, oggi ricopre anche l’incarico politico di consigliere comunale eletto a Spadafora (ME) esperto del Sindaco in Cultura e Sanità. Il messaggio che egli vuole trasmettere ai giovani:  “Solo con l’esempio bisogna trasmettere alle nuove generazioni che non esistono scorciatoie per la via del successo; i sogni vanno coltivati così come le passioni mirando ad obiettivi sempre più ambiziosi, ma ricordando che i risultati si ottengono solo attraverso lo studio, lo spirito di sacrificio, il rigore scientifico e la passione. Un professionista che non ama il prossimo e che antepone il guadagno e il successo al servizio e alla dedizione verso il prossimo non è un buon professionista”.  Sono stati consegnati alle alte personalità i seguenti  Premi LiolàAngelo Abbate  per la letteratura, già Comandante in 2° della Capitaneria di Porto di Palermo, poeta;  Pippo Balistreri  per le attività artistico-culturali, Direttore di Palco, Organizzatore di scena, Consulente Tecnico di RAI TV;  Laura Bargione  per l’impegno sociale, Imprenditrice;  Salvatore Birriolo  per le scienze mediche,  Docente di Ottica Oftalmica; Totò Borgese per l’arte teatrale, attore, autore, conduttore e cabarettista;  Ignazio Calogero per le attività turistiche, sociali e culturali, Presidente e Fondatore dell’Associazione Italiana Professionisti del Turismo e Operatori Culturali e Direttore del Centro Studi Helios;  Domenico Ghegghi  per la musica lirica, tenore;  Deborah Serina e Le Rose D’oriente  gruppo di danza;  Magda Loriano per la Musica leggera, cantante pop;  Clara Polito  per la musica lirica, soprano; Salvatore Scinaldi  per l’arte musicale, pianista;  Riccardo Termini per la musica strumentale, flautista;  Michele Vilardo  per la letteratura, docente di teologia, scrittore e poeta. Infine nell’occasione dell’evento sono state insignite dell’onorificenza di Accademico di Sicilia 12 personalità di grande valore morale, culturale, sociale e professionale . Fanno parte della grande famiglia due messinesi che hanno ricevuto l’investitura: dr.ssa Cettina Giannetto – Biologo specialista in Microbiologia e Virologia Medica, Patologia generale, genetista forense di Messina – dr.ssaDomenica Iero – Biologo, nutrizionista, poetessa e scrittrice di Messina- . Gli altri accademici nominati sono: dr. Dario Cangialosi -Presidente regionale F.I.S.M. (Federazione Italiana Scuole Materne)-, dr.ssa Anna Maria Deodato – scrittrice di Palmi RC -, Dr. Francesco Firpo – Agronomo e dottore di ricerca di Palermo-,dr. Rosario Giardina – dirigente delle Poste Italiane di Palermo-, dr.Andrea Giostra -scrittore, cultore della cultura e delle tradizioni siciliane di Montelepre PA-, Avv. Giovanni Magrì – Avvocato penalista e di diritto militare di Catania-, dr.Francesco Mercadante – docente universitario di Trapani-,  dr. Alessandro Vitale –direttore Uff. Poste Italiane di Palermo -, prof. Giuseppe Vitale- docente di teologia di Palermo-, Sig.ra Anita Vitrano – poetessa di Palermo.

Share:

Author: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *