Lampedusa: nuovi sbarchi autonomi

Si fa sempre più critica la situazione a Lampedusa, l’isola rischia di essere travolta da una repentina impennata di sbarchi, autonomi e non.
Nella notte, infatti, “una lancia in legno ha raggiunto autonomamente l’imboccatura del porto dove è stata intercettata della Guardia di Finanza. A bordo 27 persone, di cui 15 uomini, 4 donne e 8 bambini. Raccontano di aver lasciato Zuwara, in Libia, e di essere della Tunisia, Pakistan e Siria”, fa sapere su Twitter Mediterranean Hope.

Poche ore prima era arrivato un altro barchino con 15 persone a bordo. Una motovedetta della Guardia di Finanza ha notato la piccola imbarcazione quasi all’imbocco del porto dell’isola. I migranti sono strati trasferiti all’hotspot di contrada Imbriacola.

Continua quindi a crescere la tensione all’interno del centro di accoglienza di Lampedusa. Le forze dell’ordine sono sottoposte a turni massacranti per la ricerca dei migranti sbarcati autonomamente, delle operazioni di soccorso, così come per l’assistenza durante il trasferimento delle persone verso Porto Empedocle, oltre che alla sorveglianza dell’hotspot.

Sono momenti molto delicati. Mercoledì sera la prima protesta dei tunisini che non vogliono essere rimpatriati. Alcuni di loro inscenano una manifestazione dinnanzi alla locale Chiesa di San Gerlando. Una protesta pacifica, ma resta il timore che le richieste dei tunisini possano sfociare, come già in passato, in situazioni di maggior tensione.

Share:

Author: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *