Serie A, Inter torna in pieni…Sensi e vola in testa. Stasera Torino-Lecce

Aspettando Sanchez, tenendo a freno Martinez, confermando Lukaku, per ora è Stefano Sensi a prendersi onore e gloria, trascinado l’Inter in vetta alla classifica con un gol decisivo contro l’Udinese: è lui l’artefice del sorpasso sulla Juventus, il beniamino dei tifosi e l’eroe dei social. Un giocatore intelligente, concreto, anima della nuova Inter di Antonio Conte destinata a recitare il ruolo scomodo della favorita a succedere alla Juve nella corsa al titolo. Dopo la scorpacciata di 65 gol nei primi due turni, la serie A continua a regalare perle e follie. Duvan Zapata trascina al successo l’Atalanta, all’ultimo respiro dopo la battaglia di Marassi contro un irriducibile Genoa, creando le premesse per una settimana indimenticabile che culminerà nel non impossibile esordio Champions a Zagabria. Ma il risultato più sorprendente è l’harakiri Lazio a Ferrara: va in vantaggio, poi alla distanza si fa raggiungere e superare dalla Spal con gol decisivo di Kurtic. A risalire la classifica però è soprattutto il Bologna che realizza un’impresa, in onore dell’assente Mihajlovic, tornato a curarsi: a Brescia recupera due gol, vince 4-3 contro i lombardi in dieci e si porta al provvisorio ma meritato secondo posto affiancando la Juve (0 a 0 sabato a Firenze). Si sblocca la Roma, che all’Olimpico mostra 60′ di gioco perfetto rifilando quattro reti al Sassuolo e conquistando i primi tre, meritati, punti. La doppietta di Berardi nella ripresa serve solo a fare dell’attaccante il capocannoniere con cinque reti. Emozioni e attacchi a raffica anche a Parma coi padroni di casa che creano occasioni, ma il Cagliari in contropiede sblocca il risultato con due conclusioni del difensore Ceppitelli, che fa bene le veci del goleador Pavoletti, afflitto da un lungo infortunio. Il trascinatore e’ l’uruguaiano Nandez. Il Parma reagisce, Alves prende un palo poi un suo gol viene annullato. Barilla’ rimette in partita i padroni di casa ma Simeone la chiude meritatamente. A nulla servono i 12′ di recupero del secondo tempo. Nel posticipo domenicale il Milan fatica molto contro un Verona a lungo in dieci e vince 1-0 su rigore, con Piatek freddo nel trasformarlo interrompendo un lungo digiuno. Calabria è espulso nel finale, perderà il derby di sabato prossimo. E stasera completa il tabellone Torino-Lecce.
Fiorentina-Juventus https://www.youtube.com/watch?list=PLFTjYT0jsEKxPT8eg2BYFzSypKxZ8aPiS&time_continue=9&v=xGgAxaMy2no

Napoli-Sampdoriahttps://www.youtube.com/watch?v=vynbTgv1skA&list=PLFTjYT0jsEKxPT8eg2BYFzSypKxZ8aPiS&index=2

Udinese-Parmahttps://www.youtube.com/watch?v=BUMLIy08ZqU&list=PLFTjYT0jsEKxPT8eg2BYFzSypKxZ8aPiS&index=3

Share:

Author: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *