Torino mattatore, ipoteca i play off di Europa League

Torino mattatore del calcio estivo “vero” che prelude ad un inizio speciale per i granata in Europa League. La squadra di Cairo mette una serie ipoteca sulla qualificazione al play-off di Europa League battendo, davanti ai propri tifosi nell’andata del terzo turno preliminare, 5-0 lo Shakhtyor Soligorsk, frutto della rete-lampo di Andrea Belotti (dopo un minuto e pochi secondi), del raddoppio di Armando Izzo al 15′, del calcio di rigore firmato ancora dal “Gallo” al 63′, al fortunoso poker di De Silvestri al 71′ ed al tap-in di Bonifazi al 75′. I granata di Mazzarri rispondono così al Wolverhampton, che, con tutta probabilità, sarà l’ultimo scoglio prima della fase a gironi della manifestazione.

La formazione bielorussa si presenta al match con un netto vantaggio dal punto di vista della condizione fisica, essendo a metà campionato, ma con due assenze pesantissime a centrocampo: mancano infatti la stella della squadra, Gromyko, in rotta con la società per il mancato rinnovo del contratto, oltre a Szoke, squalificato. Il Torino, però, non perde tempo in calcoli e supposizioni, e sblocca subito il risultato con un imperioso stacco di Belotti sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Baselli e procurato da Zaza. Al quarto d’ora, poi, è ancora un’incornata a favorire i granata quando, sul corner di AnsaldiIzzo sovrasta Antic e firma il raddoppio: per la prima volta in carriera, l’ex Genoa va a segno in due partite ufficiali consecutive. 180 secondi più tardi, è Zaza a sfiorare il tris, ma al 36′ è clamorosa l’occasione fallita dallo ShakhtyorRybak mette a sedere prima Izzo poi Sirigu, ma a cinque metri dalla porta sguarnita, tenta uno scavetto che sorvola la traversa. Nell’intervallo, Mazzarri è costretto a sostituire Izzo, colpito duro da Bakaj e dolorante al quadricipite, gettando nella mischia Bonifazi. Dopo cinque minuti col freno a mano tirato, che scatenano l’ira di Mazzarri in panchina, il Torino si scioglie e torna padrone del campo, iniziando a produrre occasioni in serie: al 54′ Bremer va via in velocità, favorendo il tentativo di Zaza su cui mette una pezza Klimovich. Ancora l’attaccante lucano pericoloso al 58′, con un insidioso tiro dalla distanza, che fa da prologo al tris di Belotti (63′): Berenguer viene steso in area dopo un doppio dribbling nello stretto, il Gallo spiazza l’estremo difensore avversario con un piattone destro dagli undici metri. Ancora Zaza vicinissimo al gol, prima al 69′ con una schiacciata di testa che esce di nulla, poi al 71′ con Klimovich che si supera, ma sulla respinta del portiere tenta un’improbabile scivolata Antic che finisce per favorire De Silvestri: ne nasce una palombella che termina in fondo al sacco per il 4-0. C’è tempo quindi per il pokerissimo di Bonifazi, abile, al 76′, a correggere in rete il pallone ribattuto dopo la sassata di Belotti da fuori.

Share:

Author: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *