Lampedusa, attracca la Sea Watch: arrestata la comandante

La Sea Watch ha attraccato a Lampedusa. Ferma da tre giorni al largo dell’isola, intorno alle due di questa notte è entrata in porto forzando il divieto di ingresso. “Basta, dopo 16 giorni entriamo in porto”, ha scritto la ong su Twitter. Subito dopo l’ingresso in porto gli uomini della Guardia di Finanza sono saliti a bordo e hanno arrestato la comandante Carola Rackete , che ha invocato lo stato di necessità per i 40 migranti a bordo, con l’accusa di resistenza o violenza contro nave da guerra, un reato che prevede una pena da tre a dieci anni.

Le Fiamme gialle, dopo le operazioni di sbarco dei migranti che erano a bordo della nave battente bandiera olandese, sono salite a bordo e hanno preso il comando . La nave è stata portata fuori dal porto, in rada. I 40 migranti sono stati trasferiti all’hotspot di Lampedusa. Da più di due settimane si trovavano sulla nave dopo il divieto di superare le acque territoriali.

Author: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *