Pavone Canavese, il tabaccaio avrebbe sparato dall’alto

Si complica la posizione del tabaccaio di Pavone Canavese, Franco Iachi Bonvin, protagonista della tentata rapina subita qualche giorno fa per mano di 3 uomini, conclusasi con la morte di uno di questi ultimi.

Le prime ricostruzioni lasciavano immaginare che il tabaccaio avesse sparato al 24enne di origine moldava dopo una colluttazione, mentre l’autopsia, eseguita questa mattina a Strambino dal medico legale Roberto Testi direbbe tutt’altro.

Infatti il foro riscontrato sul petto del giovane non sarebbe quello d’ingresso ma quello di uscita, il che vorrebbe dire che Bovin avrebbe sparato dall’alto e probabilmente dal balcone di casa sua.

Ricordiamo che il tabaccaio di Pavone Canavese è indagato per eccesso colposo di difesa e nei prossimi giorni sarà nuovamente ascoltato dal procuratore di Ivrea, Giuseppe Ferrando.

Author: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *