Stati Uniti, ennesima sparatoria: 13 morti

Ennesima sparatoria negli Stati Uniti. Il 40enne DeWayne Craddock, dipendente di un’agenzia governativa di Virginia Beach ha ucciso 13 persone nell’edificio nel quale lavorava.

La strage dell’uomo è iniziata con l’omicidio di una persona che si trovata all’esterno del palazzo, subito dopo è quindi entrato all’interno dell’edificio uccidendo, con la sua calibro 45 con silenziatore, altre 12 persone e ferendone 5.

Poco dopo l’inizio della sparatoria sono intervenute le forze dell’ordine, le quali hanno ferito gravemente l’uomo dopo un conflitto a fuoco.
Craddock è poi morto nonostante l’intervento dei sanitari.

Queste le parole del sindaco di Virginia Beach, Bobby Dwyer: “Si tratta del giorno più devastante nella storia della città. Le persone coinvolte erano nostri amici e colleghi“.

Secondo il sito Gun Violence Archive, è la 150ma sparatoria di massa avvenuta negli Stati Uniti dall’inizio dell’anno.

Author: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *