Roma, bufera in Procura

Perquisizione della Guardia di Finanza di Roma nell’abitazione del pm romano Luca Palamara, indagato per corruzione, e nel suo ufficio di piazzale Clodio. La perquisizione è stata delegata dalla Procura di Perugia che ieri ha aperto un’indagine a carico di Palamara, ex presidente dell’Anm ed esponente della corrente centrista ‘Unità per la Costituzione’. Palamara è in corsa per un posto da procuratore aggiunto.

Dalla Procura di Perugia risultano indagati anche l’imprenditore Fabrizio Centofanti e gli avvocati Piero Amara e Giuseppe Calafiore. I tre, secondo i magistrati umbri, sono accusati di aver “corrisposto varie e reiterate utilità a Palamara, all’epoca consigliere del Csm, consistenti in viaggi e vacanze (soggiorni presso svariati alberghi anche all’estero) a suo beneficio” come si legge nell’avviso di garanzia. Dalla Procura di Perugia risulta inoltre indagato per rivelazione di segreto d’ufficio e favoreggiamento Luigi Spina, togato di Unicost del Consiglio superiore della magistratura.

Author: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *