CASO DAVID, PARLA LA FAMIGLIA: “VOGLIAMO LA VERITA'”

I risultati dell’autopsia parlano di morte dovuta a dissanguamento: David Solazzo, il cooperante fiorentino 31enne trovato morto il 1° maggio scorso nella sua casa sull’isola di Fogo (Capo Verde) sarebbe rimasto vittima di un incidente domestico. “Un’ipotesi incomprensibile e da escludere” secondo la famiglia del giovane. La sorella Alessandra, accompagnata da un amico-collega di David (avevano lavorato insieme in Angola), in queste ore è sull’isola perché vuole vederci chiaro.

“Tutti gli elementi ci portano ad escludere che David sia morto per un incidente domestico”, conferma all’Adnkronos l’avvocato Giovanni Conticelli, legale della famiglia Solazzo.

Author: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *